Gli Under 15 in piscina con l’Arona

21/10/2019

“The show must go on” recita un famoso brano dei Queen ma ieri, nella palude della Praudina non si è visto alcuno spettacolo se non due squadre di ragazzini gettate allo sbaraglio su un campo pessimo e con un maltempo che non ha dato tregua, con il rischio di infortuni anche seri.

Onore all’Arona che ha realizzato una rete in più ma non parliamo di gioco di calcio in queste situazioni assurde. Alcune volte le immagini sono più eloquenti delle parole e ognuno può farsi un’idea personale se fosse o meno il caso di giocare in quelle condizioni.

A Verbania ed in altri campi, dove i terreni di gioco sono oggettivamente più belli di quello di Santa Maria Maggiore, sono stati sospesi diversi incontri; domanda: hanno avuto più buon senso quei due direttori di gara o quello che, facendo valere la propria autorità, ha fatto giocare dei ragazzi ben oltre il limite della praticabilità?

Qualcuno potrà obiettare che, in caso di vittoria, nessuno si sarebbe lamentato: niente di più falso, ancor prima di cominciare e durante tutto l’incontro, ci si è lamentati invano perché prima di tutto c’è da considerare l’incolumità fisica dei protagonisti che, ripeto, erano ragazzi di 13/14 anni.

Pro Vigezzo -Arona 2-3

reti: Locatelli su rigore e Berini

Pro Vigezzo: Arrigoni S., Bertolini, Prelli, Locatelli, Alcantara Peralta (Arrigoni M.), Giorgis, Zamboni, Berini, Besana, Patritti. A disposizione: Lama, Boggian, Palfini

Fotogallery

170205-08 170721-21 171008-08 DSC_1879
U.S.D. Pro Vigezzo - tutti i diritti riservati