La prima degli Under 15 è un pari velenoso

25/09/2019

Dopo un prolungato periodo di silenzio, si ritorna a commentare le gesta sportive dei Giovanissimi Under 15 che, domenica mattina, hanno inaugurato la stagione pareggiando sull’ostico campo del San Francesco.

A differenza dello scorso anno, l’esordio è stato positivo ed incoraggiante. Il risultato finale sa però di beffa, sia per i valori visti in campo che per le modalità con il quale è maturato. Dopo un primo tempo finito a reti inviolate, con la Pro che ha sciupato almeno tre nitide occasioni per portarsi in vantaggio ed un rigore solare per fallo su Bertolini che l’arbitro ha inspiegabilmente trasformato in una punizione da fuori area, la ripresa si apre con il bel gol di rapina di Berini, lesto ad approfittare di una leggerezza dei difensori locali.

I rossoblu tengono bene il campo e vanno vicini al raddoppio con lo stesso Berini, ma anche Patritti ed Arrigoni fanno venire i brividi al portiere avversario. Al 15’, in una rara azione d’attacco dei locali, Alcantara vince il duello sulla fascia sfilando il pallone in angolo al diretto avversario il quale, perdendo l’equilibrio, cade in area: tra la sorpresa generale, l’arbitro assegna la massima punizione puntualmente trasformata.

L’episodio, purtroppo, contribuisce a scaldare gli animi dentro e fuori del campo con il direttore di gara che perde il controllo dell’incontro e non riesce più a gestire in modo adeguato la partita.

La bella rete di Patritti, al 22’, riporta avanti i vigezzini, ma i locali non ci stanno e con il continuo innesto di forze fresche cercano in tutti i modi il pareggio. Il fortino rossoblu regge comunque senza troppi rischi.

A pochi minuti dalla fine succede il finimondo: Patritti viene atterrato con una gomitata al ventre al limite dell’area avversaria e, nonostante i ripetuti richiami dalla panchina, l’arbitro fa continuare il gioco fino a quando la palla non perviene a Zamboni che la calcia volontariamente fuori per consentire i soccorsi al compagno. Mentre si procede nelle operazioni che porteranno alla sostituzione forzata del ragazzo, l’arbitro espelle l’allenatore locale e il dirigente della Pro. Ristabilita a fatica la calma, il direttore di gara assegna due minuti di recupero ulteriori che, invece, tra le proteste vigezzine, diventano otto effettivi e proprio sulla rete del pareggio viene poi decretata la fine dell’incontro.

Mister Giorgis dopo la partita è caustico: “…purtroppo ci si sofferma più sugli aspetti negativi di quanto accaduto che non su quelli tecnici che dovrebbero sempre e comunque prevalere; non sono però lamentele per una vittoria mancata all’ultimo secondo, ma un tentativo di far capire che, molte volte, si tende a giudicare senza aver visto. L’arbitro era all’esordio, e non ha sicuramente dato il meglio di sè, gli sono mancate esperienza, decisione e la personalità che la partita richiedeva. Fortunatamente era presente un Commissario degli arbitri…

San Francesco – Pro Vigezzo 2-2

Pro Vigezzo: S.Arrigoni, Bertolini, Prelli, Locatelli, Alcantara Peralta, Tadina, M.Arrigoni, Zamboni, Berini, Besana, Patritti (Lama).

Reti; Berini, Patritti

Fotogallery

161204-30 170205-05 210849-180723-06 DSC_2712
U.S.D. Pro Vigezzo - tutti i diritti riservati